Ambiente: in commissione primi ok a Parco Costa Ripagnola

Audizioni in Consiglio, c’è chi teme però per sviluppo turistico

Arriva il primo “ok” dalle commissioni del consiglio regionale sull’istituzione del Parco naturale di Costa Ripagnola.

Un via libera importante quello della V consiliare pugliese, che prevede l’istituzione del Parco naturale di Costa Ripagnola. Un disegno di legge condiviso anche dai comitati e associazioni, ma non dai proprietari dei terreni edificabili secondo i quali, il progetto potrebbe “diventare un boomerang per lo sviluppo del territorio”. L’importanza della tutela ambientale e dei luoghi naturali è stata sottolineata anche dall’assessore regionale Alfonso Pisicchio che ritiene che le aree naturali regionali siano un laboratorio per la conservazione e l’implementazione della biodiversità e dei servizi ecositemici attraverso lo sviluppo di attività sostenibili dal punto di vista ambientale, economico e sociale. In particolare, ha sottolineato Pisicchio, l’area inserita nel Parco Costa Ripagnola, rappresenta una parte di territorio compreso fra i Comuni di Polignano a Mare e Monopoli. Si tratta di un’area di rilevante valore paesaggistico e naturalistico oltre che di interesse speleologico. Il Comitato “Chiudiamo la discarica Martucci” ha espresso il pieno sostegno alla legge di istituzione del Parco chiedendo tempi brevissimi perché ogni ritardo può essere rischioso per la tutela del territorio. I proprietari di alcuni terreni edificabili hanno lamentato il fatto che “il parco elimina diritti acquisiti da trent’anni”.