Mobilità post Covid, Merra: “in Basilicata potenziata e rimodulata di ora in ora”

L’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Basilicata, Donatella Merra: “Il concetto di mobilità credo stia diventando un concetto abusato nelle ultime ore, essendo questo uno dei temi più delicati in termini di ripartenza post-covid. Ebbene il concetto di mobilità va in questo momento epurato di qualsiasi astrazione, slogan del momento, filosofia di rito”.

In una lunga dichiarazione diffusa dall’ufficio stampa della Giunta regionale, Merra ha detto che la mobilità non puo’ più essere semplicemente enunciata ma costruita, ristudiata e ricucita “lavorando anche di cesello, su misura di un tessuto sociale e produttivo che si sta risvegliando ora per ora ed in una Regione come la nostra Basilicata ove il concetto di mobilità è stato, mi si permetta di dire, violentato negli ultimi due decenni”.

Questo il lavoro che impegna l’assessore anche in queste ore “mettendo insieme tutte le parti coinvolte in quella che già è, di fatto, una vera e propria Cabina di Regia ove il contributo di ognuno si sta rivelando essenziale per conoscere quanto sta avvenendo, per proiettare quello che avverrà passo dopo passo e lavorare accuratamente per essere preparati momento per momento”.

Secondo Donatella Merra, attualmente la mobilità in Basilicata è affidata “ad un Consorzio disomogeneo, in cui ogni azienda detiene una propria identità ed un individualismo operativo; è evidentemente una formula oggi inadeguata al nuovo concetto di mobilità che dobbiamo approcciare; il nuovo Piano dei Trasporti rappresenta il punto di svolta del prossimo futuro della mobilità in Basilicata e che questo governo regionale ha con coraggio composto ed approvato”.

La sfida “che stiamo affrontando oggi è un’altra: costruire in poco tempo e con gli strumenti a nostra disposizione una mobilità che risponda alle nuove esigenze della collettività; in altre parole stiamo rapidamente ricucendo su misura un vestito al nostro territorio, utilizzando la stessa stoffa di partenza; a settembre occorrerà cucirne un altro ancora. Non ci fermeremo”.

Solo questa mattina – prosegue l’assessore lucana – abbiamo ricevuto una nuova bozza di linee guida per i trasporti formulate dal Ministero dei Trasporti su cui continuare a lavorare; ogni 48 ore da oltre un mese la cabina di regia si riunisce per cercare di recepire i dati delle affluenze corsa per corsa, il mondo produttivo fornisce i dati sugli spostamenti ed i relativi orari, il mondo sindacale rileva le criticità sul campo e fornisce i suoi input di possibile risoluzione; si lavora fondamentalmente sulla rimodulazione necessaria delle corse insieme alle province, titolari dei contratti di servizio, ed al Consorzio COTRAB; quest’ultimo deve e fiduciosamente so che sta compiendo un atto di responsabilità, lavorare su ogni singola azienda consorziata perché contribuisca coi propri mezzi e col proprio personale a rimodulare per potenziare tutte le linee verso San Nicola di Melfi e ripristini, potenziandole, quelle linee verso altre aree industriali come quella di Viggiano. Alla Regione la delicata regia di questo complesso lavoro.

“Decreti nazionali, linee guida e protocolli ministeriali dettano già le linee e le regole dalle quali le aziende non possono in alcun modo prescindere poiché attengono a misure di carattere sanitario e di sicurezza pubblica; i relativi controlli” conclude Merra “afferiscono a queste due dimensioni importanti ed occorrerà dunque tutta la collaborazione di ispettorati del lavoro e forze dell’ordine. Oggi il mondo del trasporto pubblico ha bisogno di coraggio e di fiducia; la nostra società lucana deve pian piano riaffacciarsi senza timore al mondo della mobilità. Contribuiamo tutti a questo delicato compito”.