Cia Basilicata ed emergenza cinghiali: Bardi faccia come in Umbria

La Confederazione italiana agricoltori (Cia) della Basilicata ha proposto di “seguire l’esempio della Regione Umbria” per affrontare l’emergenza cinghiali in regione, dove il numero di tali animali avrebbe raggiunto quota 120 mila. La Cia ha evidenziato che la Regione Umbria “con proprio provvedimento autorizza l’agricoltore in possesso di licenza di caccia a tutelare la sua proprietà e i beni agrari” e ha evidenziato che la proposta è stata già consegnata al presidente del consiglio regionale lucano e ai capigruppo in consiglio, con un “documento che contiene una serie di indicazioni pratiche”.