Matera, 69^ settimana liturgica nazionale. Linguaggio liturgico come focus

Matera – Continua il ricco calendario di appuntamenti per la 69esima settimana liturgica Nazionale. L’ospitalità è il tema dell’incontro di oggi 29 Agosto 2018, tenuto da Padre Maggioni presso l’Istituto Sant’Anna a Matera. L’argomento è stato presentato in relazione ai rapporti fra le persone e come concetto di concretezza in una interazione quotidiana. Importante, dunque, la valorizzazione dei luoghi in cui avviene la celebrazione. Si definisce liturgia ospitale quella che l’uomo riesce a collocare nel tempo, come spazio pienamente vissuto e da abitare. Il focus dell’evento è stato messo sull’incontro, la relazione, il dialogo e la comunione tra le persone, così da ampliare e perfezionare la comunicazione e , al contempo, rispecchiando nell’ambito liturgico un dialogo tra Dio e uomo pieno di senso. Le similitudini al centro del linguaggio liturgico, paragonato al linguaggio umano, data l’incarnazione di Dio e il suo invito all’eucarestia, comunione inseparabile con lui. Ancora, nel linguaggio liturgico ci sono delle differenze importanti legate all’incontro con Dio e alla “sacramentalità” delle parole.Necessario per la comunicazione anche l’uso dei segni esteriori, espressivi del mondo interiore, derivante dal cuore. Spesso può essere distorto, perchè travolto dal peccato che separa da Dio. Ugualmente, il linguaggio liturgico può scadere nella banalità e formalità. Deve essere pertanto linguaggio comunitario, inclusivo, disciplinato e iniziatico. Un linguaggio che mette in sinergia morte e vita, anima e corpo, giorno e notte.