Enea. Accordo con il Governo sulla gestione delle acque reflue urbane

Per individuare soluzioni sostenibili per superare criticità

Federico Testa ed Enrico Rolle

Il presidente dell’Enea, Federico Testa, e il Commissario Straordinario di governo per gli interventi urgenti di adeguamento dei sistemi di collettamento, fognatura e depurazione, Enrico Rolle, hanno sottoscritto un Protocollo di intesa “per individuare soluzioni sostenibili per la gestione, raccolta, depurazione e riutilizzo dei reflui urbani e superare le criticità ambientali connesse con la localizzazione delle reti fognarie e degli impianti di trattamento, anche in aree di pregio naturalistico e ad elevata vulnerabilità ambientale”. Lo rende noto l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologia, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.

In base all’accordo, l’Enea per un periodo di tre anni fornirà supporto al Commissario di governo per le attività di carattere tecnico-specialistico connesse alla progettazione e affidamento dei lavori necessari all’adeguamento dei sistemi di fognatura, trattamento e scarico delle acque reflue urbane nelle Regioni interessate dalle procedure di infrazione per la mancata applicazione della Direttiva 91/271/CE, cioè Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, individuando opportuni scenari d’intervento che includono anche la gestione ottimale dei fanghi di depurazione.

“L’Enea – ha detto il presidente Testa – può dare un forte contributo alla Pubblica Amministrazione e al sistema produttivo nazionale nei settori della gestione sostenibile ed efficiente delle acque reflue e dell’intero ciclo idrico integrato urbano, in un’ottica di sostenibilità ambientale ed economia circolare”. “Con la nomina di un Commissario Straordinario Unico – ha spiegato Enrico Rolle – il governo ha voluto inviare un forte segnale all’Europa sulla volontà di procedere con celerità al completamento delle infrastrutture in infrazione comunitaria”.

“Ho chiesto all’Enea – ha aggiunto il Commissario – di supportare l’attività del Commissario, con la convinzione che le competenze specialistiche dell’Agenzia contribuiranno fortemente a migliorare la qualità degli interventi”.