Basilicata. Sindaci e associazioni contro il petrolio chiedono audizione regionale

Estrazioni petrolifere

Un’immediata audizione in Terza Commissione consiliare regionale permanente per approfondire i procedimenti di valutazione di impatto ambientale richiesti dalle compagnie petrolifere e costruire insieme tutte le azioni da presentare per opporvisi, a tutela delle comunità interessate.

È quanto richiedono, attraverso una nota inviata al presidente della Terza Commissione regionale, Robortella, e all’assessore regionale all’Ambiente, Pietrantuono, i sindaci dei comuni potentini di Tito, Pignola, Picerno, Muro Lucano, Brienza, Brindisi di Montagna e del capoluogo Potenza. La richiesta è arrivata a seguito dell’incontro tenutosi a Tito, lo scorso 1 febbraio, promosso dall’associazione Un muro contro il petrolio.

Presenti i comitati, le associazioni, i movimenti civici, le istituzioni e i cittadini che hanno motivato la necessità di fare sintesi rispetto al pericolo sulle istanze di esplorazione per la ricerca degli idrocarburi presentate su diverse aree del territorio lucano e di quello campano limitrofo come ad esempio Pignola, La Cerasa e Monte Cavallo.

Per i sindaci – firmatari della missiva – la presenza anche dell’assessore all’Ambiente dimostra la convergenza tra i diversi livelli istituzionali e le comunità interessate rispetto all’azione di opposizione ai pareri autorizzativi che gli enti territorialmente competenti possono mettere in campo. “Alla Regione si chiederà di istituire un tavolo tecnico – aperto alle istituzioni, alla società civile e agli esperti – si legge tra le righe – che possa in breve tempo individuare, anche attraverso l’applicazione del Codice dell’ambiente, gli strumenti legislativi più idonei per salvaguardare i territori e le comunità interessate.”