Bari, al via al Di Venere il “Programma Genoma Puglia”: screening neonatale per malattie rare

Attraverso l’analisi di 388 geni su 3mila neonati pugliesi sarà possibile individuare eventuali patologie

Attraverso l’analisi di 388 geni su 3mila neonati pugliesi sarà possibile individuare eventuali malattie rare. In tutto potrebbero essere rilevate sino a 500 patologie causate dalle alterazioni dei geni. E’ questo l’obiettivo del progetto “Genoma Puglia”, presentato all’ospedale Di Venere di Bari, al via nel laboratorio di Genetica medica. Il progetto sperimentale è possibile grazie a una proposta di legge presentata dal consigliere di Azione, Fabiano Amati, e approvata dal Consiglio regionale.