La Cisl Basilicata Interviene sul piano sanitario regionale

Presentato documento per il miglioramento del servizio sanitario lucano, con focus su prevenzione e riorganizzazione

La Cisl Basilicata, in collaborazione con le federazioni dei pensionati, della funzione pubblica e dei medici, ha elaborato un documento in cui si esprime la volontà di confrontarsi con la Regione Basilicata riguardo il piano di attuazione del Programma Nazionale Equità nella Salute (PNES). Il documento, redatto a Potenza il 15 dicembre 2023, evidenzia le criticità del sistema sanitario lucano, tra cui il calo del 22% negli screening per il tumore alla mammella e la posizione sfavorevole nella classifica Agenas per l’assistenza oncologica.

Nel dettaglio, il documento sottolinea l’urgenza di adeguare le risposte assistenziali sul piano clinico e organizzativo-gestionale. Si fa riferimento anche alle risorse finanziarie previste dal PNES per la Basilicata, pari a 12 milioni di euro, e alle iniziative volte a migliorare l’assistenza in aree quali la lotta alla povertà sanitaria, la salute mentale, gli screening oncologici e la medicina di genere.

La Cisl enfatizza l’importanza di un dibattito costruttivo in vista della presentazione del piano di attuazione del PNES da parte della Regione Basilicata. L’obiettivo è contribuire a definire l’indirizzo più appropriato per la cura del servizio sanitario regionale, basandosi su un ripensamento qualitativo e quantitativo incentrato sulle tre P: Prossimità, Prevenzione, Prospettiva. Questo approccio si propone di costruire un nuovo modello organizzativo per la sanità lucana, in risposta al mutamento dei bisogni sanitari e al quadro di risorse finanziarie definite.