Noci, Asl Bari attiva presidio con 6 medici e una pediatra

Fruscio: “E’ il risultato di un grande lavoro di collaborazione tra azienda sanitaria, medici e istituzioni e rappresenta sicuramente un beneficio per gli stessi operatori”

Sei medici di medicina generale e una pediatra hanno preso servizio nel Presidio territoriale di assistenza di Noci, in provincia di Bari. È il risultato finale di un percorso in cui la Asl Bari si è impegnata a mettere a disposizione di un’aggregazione dei medici e pediatri della città l’intera ala ovest del Pta, completamente ristrutturata e adeguata alla nuova funzione. Stamane il “nuovo inizio” è stato suggellato dall’incontro tra i medici, firmatari di un’apposita intesa con la Asl Bari, il direttore amministrativo Luigi Fruscio, il sindaco di Noci Francesco Intini ed il suo predecessore Domenico Nisi, la responsabile del Distretto socio sanitario di Putignano, Annamaria D’Alessandro.

“L’ingresso dei medici di medicina generale nel Pta – ha sottolineato Fruscio – è il risultato di un grande lavoro di collaborazione tra azienda sanitaria, medici e istituzioni e, anche per questo, rappresenta sicuramente un beneficio per gli stessi operatori e, a maggior ragione, per gli assistiti che troveranno in un unico luogo, bello e accogliente, il proprio medico di fiducia e una serie di servizi immediatamente fruibili. Nello stesso tempo, in questa struttura stiamo di fatto sperimentando un’ipotesi concreta rispetto agli scenari del futuro prossimo disegnati dal PNRR. Qui a Noci, è utile ricordarlo, sono previsti investimenti per 3,9 milioni di euro per allestire una Casa della Comunità, un Ospedale di comunità e una Centrale operativa territoriale, tutti progetti che sono in una fase molto avanzata di definizione”.