Bilancio positivo per l’Aor “San Carlo di Potenza” post pandemia

I dati dell’attività dell’azienda è stata presentata ai dipendenti durante un incontro che si è tenuto nell’auditorium del nosocomio potentino

Numeri in miglioramento e un bilancio positivo. È stato definito così, dal direttore dell’azienda ospedaliera “San Carlo” di Potenza, Giuseppe Spera, l’attività svolta dall’azienda nel periodo 2021-22.

Un’analisi, dati alla mano, dell’attività svolta nei diversi presidi ospedalieri che fanno capo all’azienda regionale “San Carlo di Potenza”, nel biennio 2021-22.

Un periodo fortemente compromesso dall’emergenza pandemica che ha fatto quasi da spartiacque, come una sorta di anno zero, per parametrare l’efficienza delle cure offerte ai cittadini della provincia di Potenza.

I numeri e i dati di quanto fatto in questo lasso di tempo, sono stati diffusi dal direttore generale dell’Aor San Carlo di Potenza, Giuseppe Spera, in un incontro organizzato per presentare il rapporto sull’attività ospedaliera, un incontro al quale hanno partecipato il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi e l’assessore regionale alla salute, Francesco Fanelli oltre che molti medici e dipendenti dell’azienda.

Il punto di partenza dell’analisi sono stati i numeri di ospedalizzazione covid negli anni 2021-22 che è stata il doppio rispetto al 2020, ma – si legge nel report – sensibilmente minore è stata nel 2022 la pressione sui reparti di terapia intensiva. Dati in calo anche con riferimento agli accessi al pronto soccorso che sono passati dal -27% del 2021 al – 15 del 2022.

La ripresa emerge anche dai dati dei ricoveri programmati passati da un meno 27% del 2020, ad un meno 14,7% del 2021, al meno 8,2 dello scorso anno. In tendenza con i dati forniti, anche le prestazioni ambulatoriali che sono passate dal milione e 170 mila del biennio 2019-2020 al milione e 478 mila del 2021.22, circa 300 mila prestazioni in più.

In occasione della presentazione del report è stato anche inaugurato il nuovo ambulatorio multidisciplinare del dipartimento oncologico, sito al piano terra del padiglione E.