Asl di Bari potenzia il servizio di Radiologia. Nel 2022 eseguiti 34mila esami

La Asl di Bari ha comunicato il potenziamento della radiologia nelle strutture territoriali, operazione che avverrà anche attraverso il finanziamento con i fondi stanziati nell’ambito del piano nazionale di ripresa e resilienza. Il piano di riorganizzazione della diagnostica per immagini sul territorio ha portato all’esecuzione di 34mila esami eseguiti nel 2022, un aumento del volume di attività pari al 20% rispetto all’anno precedente. “Il ruolo della radiologia – spiega il direttore generale, Antonio Sanguedolce – è fondamentale nella diagnosi e nella cura delle malattie e consente di programmare una adeguata terapia medica o chirurgica. In questo contesto è risultato prioritario un piano di riorganizzazione delle radiologie territoriali allo scopo di favorire la deospedalizzazione delle prestazioni ambulatoriali, garantire una più efficace gestione delle risorse umane e strumentali e migliorare la risposta quali-quantitativa alla domanda di prestazioni radiologiche”. Nello specifico Il piano di rilancio ha alla base un modello organizzativo Hub e Spoke per cui è prevista una cabina di regia per la gestione, il coordinamento ed il miglioramento della performance attraverso un processo mirato alla ottimizzazione delle attività e al monitoraggio continuo delle liste di attesa.