Giornata nazionale salute della donna, Fanelli: massimo sforzo della Regione per dare alle donne piena e qualificata assistenza

“La sensibilizzazione, l’attenzione e l’informazione sul tema del benessere della donna rivestono per la Regione Basilicata e per le sue Aziende della salute un impegno precipuo e costante”. Lo ha detto – in una nota diffusa dall’ufficio stampa della Giunta lucana – l’assessore regionale alla salute, Francesco Fanelli, “in occasione della settima Giornata nazionale della salute della donna che si celebra domani 22 aprile”. “La Giornata istituita con direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 giugno 2015 e promossa dal Ministero della Salute insieme alla Fondazione Atena Onlus – ha evidenziato Fanelli – rappresenta l’occasione per accendere i riflettori su tutte le attività poste in essere in regione per dare risalto alla medicina di genere e ai suoi temi rilevanti come il percorso nascita, la vita sessuale e riproduttiva, la prevenzione e la promozione della salute, la violenza e la ricerca di genere. Molte importanti attività – ha aggiunto l’assessore – vengono svolte anche con il coinvolgimento delle associazioni di volontariato che, sia per l’emergenza covid-19, sia per l’assistenza ai rifugiati dell’Ucraina, hanno confermato il loro valore”. Secondo l’assessore lucano, “la promozione della salute della donna è fondamentale. Per questo motivo la sanità regionale profonde il massimo sforzo per dare alle donne piena e qualificata assistenza in tutte le fasi della loro vita, dall’adolescenza all’età adulta, dalla maternità – ha concluso Fanelli – alla menopausa”.