Il pugliese Tommaso Petroni è successore del generale Figliuolo

E’ pugliese il maggior generale dell’Esercito che prenderà il posto di Francesco Paolo Figliuolo nell’organizzazione della campagna vaccinale nazionale. Si tratta di Tommaso Petroni. Il militare entrerà in servizio dal 1° aprile e ricoprirà la carità di direttore dell’Unità per il completamento della campagna vaccinale e per l’adozione di altre misure di contrasto alla pandemia.
Una nomina arrivata dal presidente del Consiglio Mario Draghi. Originario di Canosa di Puglia, Petroni era da circa un anno a capo dell’area logistico-operativo della Struttura commissariale. Una struttura che con la fine dello stato di emergenza è stata eliminata. L’Unità ora sarà composta da una parte del personale della struttura di supporto alle attività del Commissario straordinario per l’emergenza Covid e da personale in servizio al ministero della Salute Petroni.
La carriera nell’Esercito di Petroni ha inizio nel 1981. Il generale ricopre vari incarichi di comando partecipando a missioni in Somalia e Kosovo oltre che al quartier generale della Nato a Valencia. Dall’ottobre 2018 ad aprile 2021, il maggior generale ha svolto gli incarichi di capo reparto Trasporti e capo reparto Materiali occupandosi della gestione di tutti i trasporti nazionali e internazionali a supporto di Enti e Reparti dell’Esercito italiano.
Petroni dovrà ora assicurare la disponibilità dei vaccini, il potenziamento della rete ospedaliera, i farmaci contro il virus e occuparsi dell’assunzione di personale.