Covid-19, verso un nuovo percorso diagnostico-terapeutico per la gestione dei pazienti

Nel corso dei due anni di pandemia, tanta è stata l’esperienza accumulata su una malattia, il Covid-19, la cui gestione si appresta a diventare sempre meno ospedaliera e sempre più domiciliare. Se ne è parlato ad Ostuni nel corso del convegno “Coronavirus 2.0: a due anni dall’apocalisse”, organizzato da Emanuela Ciracì, direttore dell’Unità operativa di Medicina interna all’ospedale di Ostuni. Tanti i temi affrontati: dalla biologia agli ultrasuoni, dai test diagnostici all’ossigenoterapia.