Covid: in Puglia occupato il 25% dei reparti ordinari, nel bollettino odierno registrati 18 decessi

È cresciuta ancora l’occupazione dei posti letto nei reparti di pneumologia e malattie infettive degli ospedali pugliesi, un dato che già qualche giorno fa, insieme a quello delle terapie intensive, ha fatto scattare il passaggio in zona gialla.

Il dato è salito al 25%, contro il 24 dell’ultimo monitoraggio Agenas, con una soglia critica fissata al 30% per il passaggio in zona arancione. Numeri comunque ben al di sotto della media nazionale. Nei reparti di terapia intensiva, invece, l’indice di occupazione è pari al 13% contro una media nazionale del 17 e con un limite fissato al 20 per il peggioramento di fascia di rischio.

Nel bollettino odierno della regione, spicca il dato dei decessi: 18 nelle ultime 24 ore. I nuovi contagi, invece, sono 12.751 su 95.198 test analizzati con un tasso di positività al 13%.

Sono invece 714 i pugliesi ricoverati nei reparti ordinari, 67 quelli che si trovano in terapia intensiva, su un totale di 121.543 attualmente positivi.

Anche la campagna vaccinale, in Puglia, prosegue spedita, ma nonostante questo scritte no vax sono apparse nelle scorse ore sul muro perimetrale della Fiera del Levante, a Bari. Esattamente, le scritte che hanno richiamato anche il nazismo sono comparse nei pressi dell’ingresso monumentale da cui si accede per andare all’hub vaccinale, il più grande a Bari e provincia. Soltanto qualche giorno fa, scritte simili erano apparse sui muri dell’Anchecinema, sempre a Bari.