Covid, la Puglia verso la zona gialla. Tasso di positività odierno al 4,6%

La Puglia va verso la zona gialla. Secondo il monitoraggio dell’Agenas, infatti, anche la soglia critica del 10% di occupazione delle terapie intensive è stata raggiunta.

Soltanto qualche giorno fa, la regione aveva raggiunto il 15% di occupazione dei posti letto di malati covid nei reparti ordinari. Anche questo, un dato limite, che oggi ha raggiunto il 17%.

A certificare l’aumento dei ricoveri, anche il bollettino odierno rilasciato dalla Regione. Sono 51 le persone che al momento si trovano in terapia intensiva e 490 quelle nei reparti ordinari su un totale di 65.772 pugliesi attualmente positivi.

Il tasso di positività è oggi al 4,64% con 3.993 nuovi contagi su 86.037 tamponi processati. Toccata quota mille contagi nel Lecce, Bari invece con 1.298 nuovi positivi è ancora la provincia più colpita. Sono 500 i contagi in provincia di Taranto, 478 nel Brindisino, 406 nel Foggiano e 258 nella Bat. Infine, nella giornata odierna non sono stati registrati decessi causa covid.

Nel frattempo, proseguono i monitoraggi nel mondo della scuola. L’ASL Bari ha comunicato 116 nuovi contagi in ambito scolastico nella settimana tra il 3 e il 9 gennaio. Si tratta di 73 studenti e 43 operatori scolastici. Un dato sottostimato, secondo l’Asl barese, perché riferito al periodo delle festività natalizie quando le scuole erano chiuse.

Sempre nel territorio barese prosegue a ritmi sostenuti la campagna vaccinale pediatrica e scolastica. In tutta la provincia sono state fino a ora somministrate 28mila dosi ai bambini tra i 5 e gli 11 anni.

Infine a Orsara di Puglia, nel Foggiano, dove il sindaco ha disposto la didattica a distanza fino al prossimo 15 gennaio, alunni, docenti e personale ATA potranno usufruire gratuitamente e su base volontaria del servizio dei tamponi antigenici da lunedì 17 gennaio, giorno in cui si riapriranno i cancelli delle scuole.