Cento interventi di chirurgia robotica al San Carlo di Potenza nel 2021

Leone: “Risultato importante in questa fase di emergenza sanitaria. Il governo regionale farà il possibile per valorizzare questa esperienza”

“L’unitá operativa di Urologia dell’ospedale San Carlo di Potenza ha raggiunto, oggi, un risultato importante eseguendo l’intervento numero 100 nel 2021 di chirurgia robotica, trattando un paziente lucano affetto da neoplasia del rene complessa e sottoposto a nefrectomia parziale robotica”.

Ne dá notizia il direttore generale dell’Aor San Carlo di Potenza Giuseppe Spera che “si congratula con i medici per l’importante traguardo, testimonianza dell’ottimo lavoro svolto nel mezzo di una grave e complicata emergenza sanitaria. La qualità espressa nel campo della chirurgia robotica di Potenza, conferma il nosocomio del capoluogo quale centro di eccellenza nell’utilizzo delle tecnologie applicate alla medicina. È la prima volta che in regione viene eseguito un numero così alto di procedure robotiche da una singola unità operativa ed è il risultato di una costante crescita che negli ultimi anni ha portato l’Urologia del San Carlo ai vertici nazionali per numeri e risultati. Raggiungere questi risultati in un anno come il 2021, in piena emergenza pandemica –ha concluso il direttore generale Spera- testimonia una grande crescita che ha permesso ai pazienti lucani e delle regioni limitrofe di essere trattati al pari delle migliori strutture nazionali”.

“Mediante l’utilizzo della piattaforma robotica – ha affermato il dottor Roberto Falabella – l’equipe dell’ Urologia è riuscita a rimuovere la voluminosa neoplasia renale senza dover ricorrere all’asportazione dell’organo. Vengono quotidianamente eseguiti interventi per tumore della prostata, tumore del rene e tumore della vescica – ha concluso Falabella – con l’ausilio della piattaforma robotica e con un notevole miglioramento dei risultati oncologici e funzionali”.

“La sanità lucana è fatta anche di tante eccellenze, di persone con un altissimo grado di specializzazione e di professionalità che operano quotidianamente per il bene dei pazienti. Il mio plauso va ai medici e all’intera equipe dell’unità operativa di urologia del San Carlo, che ha raggiunto un risultato importante in questa fase di emergenza sanitaria. Il governo regionale farà il possibile per valorizzare questa esperienza con l’adozione di un Piano sanitario regionale che punti sul rafforzamento delle eccellenze ospedaliere e dei servizi ad esse collegati”, è il commento dell’assessore regionale alla Salute Rocco Leone.