Rientro a scuola, in Puglia già 45 classi in quarantena. La provincia più colpità è quella di Foggia

In meno di quattro giorni, le classi in quarantena in Puglia sono più che raddoppiate arrivando a quota 45 su tutto il territorio. La provincia nella quale si contano più contagi è quella di Foggia, con 22 classi in dad; a seguire c’è la città metropolitana di Bari con ben 14 classi in quarantena.

In particolare, nel capoluogo pugliese due sono gli istituti scolastici dove sono stati registrati casi positivi al Covid, si tratta di una scuola dell’infanzia paritaria e una terza classe della scuola media Tommaso Fiore, nel quartiere Poggiofranco. Gli altri contagi della provincia, in base a quelli che sono i dati diffusi dall’Asl, sono stati accertati nelle scuole di Corato, Terlizzi, Gravina in Puglia, Altamura, Mola di Bari, Turi e Sannicandro di Bari. Nella provincia della Bat, invece, è stato registrato un solo caso, si tratta di un alunno della scuola elementare D’Annunzio di Trani; nel Brindisino, due sono le classi in dad, mentre a Lecce ne sono sei e, infine, a Taranto e provincia, non si sono registrati casi di positività. Per agevolare la sicurezza e il controllo oggi arriveranno i test salivari per le scuole sentinella, come previsto dalla Regione. Una situazione che non vivono solo gli studetni pugliesi, la Fondazione Gimbe infatti nelle scorse ore ha fatto sapere che circa il 13% degli studenti in tutta Italia potrebbe rischiare di essere contagiato. Un rischio alto, che potrebbe essere arginato, secondo Gimbe, solo attraverso screening costanti. Intanto, in provincia di Bari continuano le proteste degli studenti delle scuole superiori del territorio, contro i doppi turni decisi dal prefetto Antonella Bellomo. Proteste e manifestazioni che si registrano in particolare in provincia, da Turi a Putignano, passando per Bitonto e Corato. Qui gli studenti stanno riscontrando notevoli difficoltà a far coincidere l’orario dei doppi turni con quello imposto dai trasporti, con evidenti disagi.