Vaccini, Regione Puglia ad Asl: “Garantire accesso libero hub”

“Organizzarsi per vaccinazioni ‘a sportello'”

Libero accesso negli hub vaccinali per garantire massima copertura contro il covid. E’ quanto chiesto dal dipartimento Salute della Regione Puglia alle Asl locali

Fermo restando che ci sarà sempre la possibilità di prenotare il proprio appuntamento, le Asl dovranno organizzarsi per vaccinazioni cosiddette “a sportello”.
Sono due le azioni individuate dal dipartimento Salute della Regione Puglia per convincere gli indecisi: oltre all’accesso libero, le aziende sanitarie dovranno svolgere “attività mirate di comunicazione e di sensibilizzazione, coinvolgendo anche I medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, nonché le istituzioni scolastiche e le università”. La strategia per portare avanti la campagna vaccinale è contenuta in una circolare inviata alle Asl. Nello stesso documento, il Dipartimento, inoltre, ha chiesto alle Aziende sanitarie di effettuare una “verifica immediata dell’idoneità logistica” dei centri vaccinali in vista della stagione autunnale. Intanto, prosegue spedita la campagna anti-covid. Secondo i dati della Asl, a Bari città nove cittadini su dieci risultano vaccinati con prima dose.
Anche nel resto della provincia sono stati raggiunti livelli di copertura molto
elevati di prime somministrazioni: sono infatti 978.084 le persone di età superiore ai 12 anni ad aver fatto almeno una dose di vaccino, pari all’88% della popolazione residente e il 78% ha completato l’intero ciclo di immunizzazione. In Puglia sono 5.641.438 le dosi somministrate finora, pari all’89.4% di quelle consegnate dal commissario nazionale per l’emergenza.