Delle Donne (Asl Bt): “In epoca Covid necessario investire sulla pneumologia”

Se ne parlerà venerdì 17 e sabato 18 settembre a Palazzo San Giorgio nel corso di un seminario

L’Asl Bat investe sulla pneumologia: dopo l’era covid, il Commissario straordinario Alessandro Delle Donne fa un bilancio delle attività svolte durante l’emergnza pandemica.

Nei primi sette mesi del 2021 presso la pneumologia del Presidio territoriale assistenziale “San Nicola Pellegrino” di Trani sono stati seguiti 5.000 pazienti, di cui 1.200 Covid, nei confronti dei quali sono state erogate complessivamente 12.705 prestazioni, di cui 5.000 per monitoraggio post Covid.
Numeri molto importanti che sottolineano la funzione della pneumologia nell’era Covid. “E’ per questo che abbiamo fortemente investito nei servizi legati alla pneumologia”, spiega Alessandro Delle Donne, Commissario straordinario della Asl Bt. Strutture che continueranno a farlo, attraverso il potenziamento delle attività a supporto del paziente nella fase post covid. Per questo motivo, sono state attivate con le Terme di Margherita di Savoia e con l’Università di Bari un day-service di riabilitazione respiratoria.
A Trani è attivo un servizio territoriale che ha il compito di prendere in carica il paziente affetto da Covid e guidarlo sia nella fase acuta che nella fase altrettanto delicata della riabilitazione.
L’esperienza della pneumologia territoriale dell’Asl Bt sarà al centro del seminario in programma venerdì 17 e sabato 18 settembre proprio a Trani, dal titolo “Ruolo della pneumologia nell’era Covid”.
L’obiettivo del seminario è quello di facilitare il dialogo tra i diversi attori sanitari e fornire loro gli strumenti culturali da utilizzare per la creazione di una rete di conoscenze ed esperienze da condividere a vantaggio della persona con patologia polmonare cronica soprattutto durante questo periodo pandemico.