Studenti bloccati a Malta, il sindaco di Molfetta: “Chiediamo rimpatrio per quarantena nel comune di residenza”

Sei sono pugliesi, di cui uno della cittadina barese. Minervini: “Ragazzi e famiglie in ansia”

Alcuni studenti italiani in vacanza a Malta sono rimasti bloccati nell’isola per alcuni casi covid presenti all’interno del gruppo. Tra gli studenti risultati negativi sei pugliesi, di cui uno di Molfetta. Abbiamo sentito il sindaco della cittadina barese che, nelle scorse ore, ha rivolto un appello alle autorita’ per il rimpatrio dei ragazzi. 

Negativi al covid, con green pass, ma costretti a restare a Malta, in quella che doveva essere una vacanza e che invece si è trasformata in una quarantena forzata all’estero. Una sessantina di ragazzi italiani, minorenni dai 13 ai 17 anni, sono rimasti bloccati nell’isola al largo del Mediterraneo. Tra loro anche sei pugliesi, di cui uno di Molfetta. Il sindaco della cittadina in provincia di Bari, Tommaso Minervini, ha scritto al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, e al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, per consentire il rimpatrio dei “ragazzi risultati negativi al tampone e far svolgere il periodo di quarantena nei propri comuni di residenza”.