Emergenza Covid-19: la variante Delta con molta probabilità sta circolando in Puglia

A dichiararlo, Antonio Parisi, responsabile del laboratorio di genetica della sezione di Putignano dell’Istituto Zooprofilattico Regionale

La variante Delta del Covid-19 è già in Puglia e pare stia circolando sul territorio. A lanciare l’allarme è Antonio Parisi, responsabile del laboratorio di Genetica della sezione di Putignano dell’Istituto zooprofilattico regionale che, in una intervista rilasciata a BariToday, ha parlato didue focolai presenti in regione. “Finora i casi accertati sono 25 – spiega Parisi – e ne stiamo verificando altri di cittadini pugliesi. Abbiamo la sensazione che la variante stia circolando. L’incidenza è ancora bassa e non c’è un’allerta vera e propria. La situazione però va sorvegliata perché nel Regno Unito ha dato la sensazione di essere molto contagiosa”. Solo qualche giorno fa, il governatore pugliese Michele Emiliano aveva espresso la sua preoccupazione soprattutto in vista dei mesi autunali, durante i quali si teme possa esserci una nuova ondata pandemica.
Attualmente i focolai di variante Delta finora accertati sono quelli del brindisino, del leccese e nella provincia di Bari. Focolai fino ad ora circoscritti, che dovrebbero essere tenuti a bada dalla campagna vaccinale che in Puglia prosegue spedita. “Bisogna fare attenzione – ha poi evidenziato Parisi nell’intervista – e proseguire con le norme di sicurezza, evitando assembramenti e utilizzando distanza e mascherine. Il nostro compito di servizio sanitario pubblico è avvertire i cittadini, che in questo momento hanno la sensazione che tutto sia passato. Ciò che sembra confortare è che la doppia vaccinazione sembrerebbe proteggere con una percentuale più alta”. La speranza è che – conclude Antonio Parisi – “Tra immunizzati, coloro che hanno superato la malattia, e l’aumento sempre più rapido del numero dei vaccinati, situazioni simili a quelle vissute con la prima variante inglese possano essere scongiurate”.