Coronavirus, Puglia: tasso di positività all’1,9% e 8 decessi

Torna sotto il 2% la percentuale di positivi al Covid in Puglia riscontrati in un giorno. L’1,9% per l’esattezza, con 123 casi di contagio su 6405 tamponi analizzati. Dei nuovi casi, 23 si registrano nella provincia di Bari, 33 in quella di Brindisi, 14 nella Bat come nel Foggiano e nella provincia di Taranto, 24 nel Leccese, mentre per uno non è nota la provincia di residenza. L’ultimo bollettino diramato dalla task force regionale riporta anche 8 decessi: 5 in Capitanata, 2 nella provincia di Lecce e uno in quella di Taranto. Il numero dei morti per Covid in Puglia dall’inizio dell’emergenza sanitaria sale così a 6.578. Negli ospedali della regione sono ricoverati al momento 337 pazienti affetti dalla malattia, mentre gli attualmente positivi scendono a 14.877. Il fatto che la situazione pandemica sia sempre più sotto controllo è dato anche dal buon funzionamento della campagna vaccinale. A fornire un quadro rassicurante a tal proposito è l’Istat, nel nuovo rapporto redatto in collaborazione col l’Istituto Superiore di Sanità sull’incidenza della pandemia sulla mortalità in Italia. Da marzo 2021, spiega l’Istituto nazionale di statistica, si cominciano ad osservare gli effetti positivi della campagna vaccinale che ha prioritariamente puntato a proteggere la popolazione più fragile. Se da un lato l’eccesso di decessi di marzo 2021, rispetto al dato medio dello stesso mese del periodo 2015-2019, continua ad essere attribuibile per quasi il 90% ai morti di 65 anni e oltre, d’altro canto rispetto al picco di decessi di marzo 2020, il calo più importante si deve soprattutto alla classe di età over 80; il crollo dei decessi di questa classe di età rispetto a marzo 2021 spiega infatti il 70% della diminuzione dei decessi totali osservata tra marzo 2021 e marzo 2020; un altro 26% è dovuto alla minore mortalità della classe 65-79 anni.