Covid-19, l’assessore Lopalco: “In autunno liberi dalla pandemia, se tutti vaccinati”

Si avvicina la fine della pandemia per la Puglia e per l’Italia intera, a dichiararlo è l’assessore alla Sanità della Regione Pier Luigi Lopalco che ha poi aggiunto: “Teoricamente, se sono confermate le consegne di vaccino anti-Covid, entro luglio potremmo aver offerto la vaccinazione a tutti con almeno la prima dose. Questo significa che arriveremo in autunno con la popolazione completamente vaccinata. Se i vaccini confermeranno l’efficacia finora dimostrata, questo significa la fine della stagione pandemica nel nostro Paese”.

L’epidemiologo pugliese nelle scorse ore, a margine dell’avvio del percorso di formazione rivolto ai 29 fisioterapisti del progetto “covid@casa” aveva anche sottolineato l’importanza di sfruttare pienamente la pausa estiva per completare la campagna vaccinale, per evitare nuova ondata in autunno, quando, secondo Lopalco: “vedremo di nuovo persone in ospedale perché non vaccinate. Questo fenomeno è già visibile in altre nazioni come il Regno Unito. È nelle sacche di popolazione non vaccinata che il virus continua a circolare e a fare danno, anche tra i giovani. Ecco perché abbiamo aperto, secondo le indicazioni del commissario Figliuolo, a tutte le classi di età”. Intanto, partono anche in Puglia, le vaccinazioni anti covid per i ragazzini tra i 12 e i 15 anni, pazienti adolescenti fragili quindi affidati alle reti e alle strutture ospedaliere che saranno contattati direttamente tramite le famiglie. I fragili non in cura negli ospedali saranno invece programmati tramite i pediatri di libera scelta. Gli studenti 12-15 anni delle scuole medie inferiori saranno infine contattati tramite gli uffici scolastici regionali. L’assessore alle Politiche della Salute della Regione Puglia ha infine lanciato un appello: “Stiamo cercando di offrire la vaccinazione a tutti e lo faremo per tutta l’estate, sabato, domenica, a Ferragosto senza tregua e senza sosta. Il mio messaggio a tutti è: vaccinatevi”.