Tumori rari, la denuncia dell’associazione Maria Ruggieri: “Il sud messo da parte dalla rete nazionale”

Al Sud la Rete Nazionale Tumori Rari comprende solo l’Istituto Tumori di Bari

Solo la ricerca può aiutare la scienza a sconfiggere i tumori rari. L’associazione “Maria Ruggieri” di Terlizzi, consapevole di questo, porta avanti la sua battaglia o per meglio dire la sua missione con l’obiettivo di promuovere la ricerca e la cura dell’angiosarcoma e dei tumori rari, attraverso la partnership con l’Istituto Tumori di Bari. Solo in Italia, sono 900mila, tra le quali anche molti bambini, le persone affette da tumore raro. Un impegno costante che però si scontra con la realtà del Mezzogiorno, ancora una volta penalizzato. La Rete Nazionale dei Tumori Rari, presente su tutto il territorio italiano, manca in molte regioni del Sud, come denunciato dal presidente dell’associazione Vito Michele Ruggieri.