Ritardo vaccini: il sindaco di Tursi presenta esposto in Procura; presto attiva piattaforma per le prenotazioni

Continua la battaglia del sindaco di Tursi, in provincia di Matera, contro il rinvio della campagna vaccinale agli over 80. Il primo cittadino ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica per le disparità di trattamento in ambito regionale, per la disorganizzazione nella gestione dell’emergenza e la mancanza di rispetto per la popolazione.

“Sono trascorsi alcuni giorni dalla notizia che ha gettato l’intera comunità tursitana, insieme ad altre, nello sconforto più totale per il rinvio di quasi un mese della campagna vaccinale per i quasi quattrocento ultra ottantenni della nostra comunità.

“Eppure – rincara Cosma – bastava fare bene due cose su tutte: aumentare e migliorare la tracciabilità del virus arrivando a processare 3000 tamponi al giorno come promesso dal governatore Bardi e aumentare i posti letto delle terapie intensive negli ospedali. Ad oggi, dopo un anno dal primo lockdown, nulla di tutto ciò è accaduto. A queste lacune si è aggiunta la questione dei vaccini”.

Intanto giunge notizia che la piattaforma gratuita messa a disposizione da Poste italiane per la prenotazione dei vaccini anti Covid sarà presto attiva in 6 regioni italiane tra cui la Basilicata. Il sistema, per chi aderisce alla piattaforma, si articola attraverso 4 canali: il sito, il call center, il Postamat e i portalettere. Nei prossimi giorni saranno chiarite le modalità di prenotazione