Bari, Consulenza sanitaria Inps: riparte lo sportello dedicato alle famiglie dei malati

L’infopoint avrà una linea telefonica dedicata per rispondere alle domande su indennità, invalidità e legge 104

Riapre il 1° marzo, dopo lo stop dovuto all’emergenza Covid, lo sportello di consulenza sanitaria Inps riservato alle famiglie dei malati ricoverati al Policlinico di Bari e all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII. Il servizio riprenderà in via telefonica attraverso una linea dedicata attiva il mercoledì dalle 15 alle 17. Sarà un esperto dell’Inps a rispondere alle domande degli utenti in materia di invalidità civile, legge 104, indennità di accompagnamento, indennità di frequenza.
Lo sportello è stato attivato a ottobre 2019 a seguito di un protocollo sperimentale firmato dalla direzione generale del Policlinico di Bari e della direzione regionale dell’Inps su richiesta del dottor Gaetano Balena, presidente del Comitato consultivo misto del Policlinico di Bari e dell’ospedale Giovanni XXXI. A marzo 2020, la sospensione a causa della pandemia. Adesso, ci sono le condizioni per riprendere le attività in via telefonica.
I dati dei primi mesi, prima della sospensione determinata dalla pandemia, avevano fatto registrare oltre 100 accessi: da ottobre 2019 a febbraio 2020 circa 70 gli utenti dell’ospedale pediatrico che si erano rivolti allo sportello mentre da gennaio a febbraio 2020 lo sportello aveva registrato circa 40 utenti per il Policlinico di Bari. L’obiettivo del servizio è rendere più semplice la comunicazione istituzionale tra Inps e cittadino, al fine di superare il senso di lontananza nel momento del bisogno e creare un rapporto di fiducia per l’aiuto e il sostegno della persona con invalidità.
“Nel perdurare della situazione epidemiologica, – dichiara il direttore regionale Inps Puglia, Giulio Blandamura – ritengo importante riattivare l’Infopoint in modalità telefonica per continuare a dare supporto agli utenti più fragili e in condizione di maggior disagio per dar loro un supporto nell’accedere alle prestazioni di invalidità civile erogate dal nostro Istituto”.