Variante inglese Covid, sindaci del Barese: “Noi tenuti all’oscuro, chiediamo risposte”

Nove primi cittadini dell’area metropolitana scrivono a Regione e Asl: “Dateci informazioni”

Arrivata in Puglia a ridosso del Natale, ora la variante inglese comincia a far paura. La mutazione del virus si accerta in casi di positività da nord a sud della regione, con 16 comuni coinvolti solo nell’area metropolitana di Bari. I sindaci di nove di quei comuni chiedono risposte, per poter approntare una strategia di contrasto alla diffusione dei contagi. Così hanno inviato alla Regione Puglia e all’Asl di Bari la richiesta di “ricevere al più presto informazioni e aggiornamenti precisi sui presunti casi di variante inglese” nei rispettivi territori”.

A firmare la nota sono i primi cittadini di Bari, Bitetto, Santeramo in Colle, Modugno, Altamura, Bitritto, Grumo Appula, Molfetta e Palo del Colle. In occasione della Conferenza dei sindaci di quei comuni che formano l’ambito territoriale dell’Asl Bari, spiega la nota congiunta, “abbiamo discusso delle difficoltà nelle comunicazioni che pervengono dall’Asl su aggiornamenti, tempi e procedure da adottare in merito all’emergenza Covid19. Difficoltà che, in queste ore, sono diventate ancor più evidenti in merito alla diffusione di casi della cosiddetta ‘variante inglese’ del virus. Una notizia che, anche noi sindaci abbiamo appreso direttamente dagli organi di stampa e che ancora non ci è stata confermata, nonostante vari tentativi di reperire notizie ufficiali”. “Tutto questo, – aggiungono i primi cittadini – nonostante siamo sempre stati in trincea sin dal primo momento di questa emergenza epocale, a garantire la tenuta del sistema Paese, tamponando e ammortizzando ogni possibile conseguenza negativa sulle nostre Comunità di quanto accadeva e accade ancora”. “Auspichiamo aggiornamenti in tempi brevi – concludono – per poter valutare e predisporre, qualora ci fossero conferme, ogni azione che tuteli i nostri concittadini”.