Tagli vaccini Basilicata. Verso conferma zona gialla

La sforbiciata sembrava evitata, invece anche la Basilicata dovrà fare i conti con il taglio della fornitura dei vaccini Pfizer

Rinviato dunque l’inizio della seconda fase per la somministrazione, quella che dovrebbe riguardare gli over 80 e subito dopo gli over 75. Una parte dei vaccini conservati dalla Basilicata inoltre potrebbe essere destinata ad altre regioni italiane che non hanno conservato sufficienti dosi per il richiamo.

Pfizer tuttavia ha comunicato che a partire dalla prossima settimana le consegne riprenderanno secondo i piani. A oggi in Basilicata risultano somministrate 10.486 dosi a fronte di 17.265 sieri consegnati, vale a dire il 60.7%, Percentuale più bassa in Italia dopo Calabria e Molise.

Ore di attesa dunque, non solo per l’evoluzione della consegna, ma anche per l’aggiornamento dell’indice di contagio Rt, che continua comunque ad essere sotto controllo. Non desta preoccupazione neanche la pressione sugli ospedali, lontana dalla soglia di allerta. Il ché porta la Basilicata verso la conferma della zona gialla e in caso di continuazione del trend verso la zona bianca, quella che più assomiglia alla normalità.