Covid, la Puglia rallenta la somministrazione di vaccini: 1.600 dosi in 24 ore

Nei giorni scorsi raggiunti picchi di 5mila al giorno

Rallentano le nuove somministrazioni di vaccino Covid in Puglia, lo si evince anche dal report del ministero della Salute: negli scorsi giorni erano 64.079 le inoculazioni, in queste ore risultano essere 65.694, quasi 1.600 in 24 ore, mentre nei giorni scorsi sono stati raggiunti picchi di 5mila somministrazioni al giorno. Una “frenata” decisa per far fronte al taglio delle dosi distribuite da Pfizer e per garantire i richiami, in attesa che le consegne tornino ad essere regolari. Ad oggi in Puglia risulta essere stato utilizzato il 70,4% delle dosi a disposizione, come da indicazioni le Asl stanno conservando una riserva del 30%. Intanto l’assessore regionale alla Sanità Pierluigi Lopalco ha annunciato che lunedì 25 gennaio arriveranno in Puglia dalla Pfizer-Biontech 23 box di vaccino contro il Covid-19, pari a circa 27mila dosi. “In questo modo – spiega Lopalco – la Puglia sarà risarcita del differenziale in meno ricevuto questa settimana. Grazie alla scorta del 30% che prudentemente è stata accantonata nei nostri magazzini e con questo parziale ristoro, le vaccinazioni della ‘fase 1’, sia pur con qualche rallentamento, comunque continueranno nonostante il taglio nelle consegne unilateralmente deciso da parte di Pfizer”.