Puglia, contagi ancora alti. Nuove vittime nelle Rsa

A Bari festa con cento persone nel quartiere Libertà scoperta da Polizia e Vigili Urbani

Le dosi somministrate di vaccino anti Covid in Puglia toccano quota 35mila, con qualche polemica sui destinatari, talvolta non proprio inclusi nell’elenco delle priorità. C’è attesa sulle nuove misure da parte del Governo, e per l’arrivo delle prime dosi del vaccino Moderna, che dovrebbe dare ulteriore slancio alla copertura vaccinale regionale. Intanto però i contagi non si fermano: i 1162 nuovi casi positivi dell’ultimo aggiornamento regionale su poco più di 8mila tamponi non possono certo far parlare di un abbassamento della guardia. E si continua a morire: sono 24 i decessi registrati nel bollettino del 10 gennaio, tra cui unaa donna di 96 anni ospite della Rsa ‘Ispe’ di via Russolillo a Mola di Bari. A darne notizia è il sindaco Giuseppe Colonna. “Una nostra concittadina ha perso la battaglia contro il Coronavirus – ha detto – Alla famiglia, e a tutte le famiglie che hanno sofferto un lutto in questa pandemia, va io mio più sincero affetto e le mie più sentite condoglianze”. Nella struttura nelle scorse settimane è scoppiato un focolaio con 46 contagi, 25 anziani ospiti e 21 operatori. Due ospiti sono stati ricoverati per l’aggravarsi delle loro condizioni e si è in attesa dell’esito dei tamponi effettuati nella giornata di ieri sugli altri anziani. Ma le norme di prevenzione stentano ancora ancora a essere comprese da molti. Circa cento persone stavano festeggiando in un bar nel quartiere Libertà di Bari, in violazione delle norme anti-Covid, quando sono state sorprese dagli uomini della Questura e della Polizia locale, intervenuti dopo diverse segnalazioni al 113. All’arrivo degli equipaggi un centinaio di immigrati è fuggito. Il locale è risultato gestito da due cittadini nigeriani, di 52 e 32 anni, entrambi pregiudicati. Ai titolari è stata notificata la sanzione amministrativa per la violazione delle vigenti norme anti-contagio, ed è stata disposta la chiusura provvisoria del locale di 5 giorni.