Covid-19, scende la curva dei contagi in tutta Italia tranne che in Puglia, Veneto e Sardegna

La Puglia tra le regioni che soffrono l’avanzata del virus

Giù del 23,5% i casi da coronavirus in Italia nell’ultima settimana. Una media generale tra regioni che non risparmia però Puglia, Veneto e Sardegna, le tre zone che stanno soffrendo, invece, l’avanzata del virus in queste ultime giornate. Che la curva sia in discesa, del resto, lo dice anche l’Rt, fattore di replicazione, rilevato settimanalmente dalla Cabina di regia che studia i numeri delle Regioni. Sulla base di quel lavoro si decide quali zone debbano essere gialle, arancioni o rosse.

Ma nelle tre regioni, i casi di contagio aumentano: in Puglia – zona gialla, ma arancione per alcune province – i casi in settimana sono passati da 8.925 a 10.278 (ovvero un +3,5%).

Un dato positivo, invece, che abbraccia tutte le regioni è quello legato al numero dei ricoveri: in tutto il Paese si è infatti passati da 36.474 letti occupati martedì primo dicembre ai 33.426 l’8 dicembre.
Per quanto riguarda le terapie intensive, su tutto il territorio nazionale si è passati dai 3.663 letti occupati il primo dicembre ai 3.345 nel giorno dell’Immacolata.

Infine per quanto riguarda il tasso legato alla mortalità, sono del 3,6% in meno rispetto alla settimana precedente. Ma come ormai noto, la curva dei decessi è l’ultima a scendere, perché passano anche 2 o 3 settimane dalla positività al tampone alla morte.