Brindisi, ospedale Perrino: due sorelle partoriscono insieme a distanza di un’ora

Diventano mamme a distanza di un’ora l’una dall’altra. Sono due sorelle di Ostuni che hanno partorito insieme all’ospedale Perrino di Brindisi.

Una storia di bellezza e di speranza, nel mezzo delle crisi sanitaria. Arriva dall’ospedale Perrino di Brindisi, dove due bimbe sono nate a distanza di un’ora e un quarto l’una dall’altra. Ad aggiungere magia alla vicenda, il fatto che le bimbe siano cugine. Le loro mamme sono sorelle. Una casualità, che ha entusiasmato il personale sanitario, impegnato in prima linea nella lotta al Covid, anche nel reparto di Ginecologia e ostetricia, parzialmente dedicato alla cura dei pazienti con coronavirus. La prima a partorire è stata Daniela Calamo, 30 anni, che ha dato alla luce la piccola Giorgia alle 10.35 del 27 novembre. La bimba, nata con parto cesareo, pesa 3 chili e 250 grammi e sta bene. Anche la seconda bambina, la piccola Camilla, gode di ottima salute. É nata di 2 chili e 450 grammi, con parto naturale alle 11.50 nella stessa fortunata mattina. La sua mamma è la 35enne Sonia Calamo. Anche il travaglio delle due donne è cominciato quasi in contemporanea, 36 ore prima. Le sorelle sono di Ostuni, la città bianca alle porte di Brindisi. Entrambe le gravidanze sono state seguite dallo stesso ginecologo, il dottor Antonello Cisaria, dirigente medico dell’ospedale Perrino. Tanta felicità anche per il primario, Paolo Amoruso, in un momento particolarmente difficile per tutti i medici dell’ospedale che da mesi stanno vivendo una quotidianità stravolta a causa della pandemia, che ha in primis modificato tutte le normali procedure all’interno della struttura, anche per quanto riguarda i parti. Sonia e Daniela, infatti, hanno fatto nascere le bambine senza avere al proprio fianco i rispettivi mariti. Rimasti lontani a diventare, insieme, padri e zii.