Chiusura scuole, il sottosegretario Liuzzi: “ordinanza molto discutibile, metterà in crisi tante famiglie lucane”

L’ordinanza del governatore lucano Bardi che prevede la chiusura delle primarie e secondarie di primo grado da domani, ha inevitabilmente diviso l’opinione pubblica, ma ha anche stimolato commenti da alcuni autorevoli esponenti del governo, come la sottosegretaria allo Sviluppo Economico, Mirella Liuzzi secondo cui l’azione non è prevista in una regione che è attualmente arancione.

“Infatti” dice Liuzzi in un post su Facebook “con questa chiusura nulla vieterebbe ai ragazzi di essere in giro. Non solo in Italia, ma anche in Francia, Germania, Regno Unito, Spagna le scuole restano aperte ed è prevista didattica a distanza solo nelle zone rosse o in caso di quarantene obbligatorie”.

“La sanità in Basilicata” commenta la sottosegretaria “sta vivendo un momento di forte crisi dovuta alle poche terapie intensive, molte di queste occupate, e ad ospedali che non riescono a differenziare con metodi di trattamento diversi le zone Covid dai ricoveri non Covid. Probabilmente” conclude “sarebbe stato opportuno da parte della regione riflettere su questo piuttosto che fare un’ordinanza molto discutibile e che da martedì metterà in crisi tante famiglie lucane”.