Coronavirus, provincia di Bari: due bimbi di 3 anni positivi

Chiusa una scuola nel quartiere Poggiofranco. A Valenzano chiude anche una chiesa

Provincia di Bari più colpita dall’aumento dei contagi. Tra gli ultimi ci sono anche bambini e adolescenti. Intanto sempre a causa del covid chiude una scuola in città e una chiesa nella provincia. 

Tra gli ultimi contagiati nel Barese ci sono anche i piccoli, anzi piccolissimi. Sono due bimbi di 3 anni residenti in due comuni in cui molti nuovi casi riguardano i giovani. Sono i paesi di Acquaviva delle Fonti e Bitonto. Sono stati proprio i sindaci a comunicarlo. Il primo cittadino di Bitonto, Michele Abbaticchio, ha specificato che il bambino è tra i 5 nuovi contagiati. Ad Acquaviva, il sindaco Davide Carlucci ha parlato dell’abbassamento dell’età media dei positivi, scesa a 37,7 anni. Qui i nuovi casi sono 7, tra cui il bimbo di 3 anni. E sono risultati positivi al coronavirus anche tre ragazzini di 14, 15 e 16 anni. E mentre i contagi aumentano, anche tra i più giovani, continuano ad emergere casi all’interno delle scuole.

L’ultimo a Bari, dove i cancelli della Tommaso Fiore, nel quartiere Poggiofranco, sono rimasti chiusi per permettere la sanificazione degli ambienti dopo che nell’istituto è stato accertato un caso di positività al Covid19. Il dipartimento di prevenzione sta ricostruendo la catena dei contatti e ha provveduto a isolare studenti e professori a rischio contagio.

Non solo le scuole, ma anche le chiese, al momento rimaste al di fuori dell’ultimo Dpcm. A Valenzano, chiude la chiesa di San Lorenzo a causa di un contagio tra i componenti della diocesi. A comunicarlo è il sindaco, Giampaolo Romanazzi che dà conto dei casi attualmente positivi in paese: sono 42. Il primo cittadino poi rivolge un pensiero alle categorie toccate maggiormente dall’ultimo decreto del governo. “Vorrei – scrive in un post il sindaco – che al sacrificio di chi deve nuovamente abbassare le serrande non mancasse l’adeguato sostegno dell’intera comunità, a cominciare dal rispetto delle regole”.