Asportato tumore a 85enne con chirurgia robotica al Miulli

Intervento alla Chirurgia Epatobiliopancreatica di Acquaviva

 

Operazione conclusa con successo, quella dell’asportazione di un tumore su un 85 enne eseguita con la chirurgia robotica. l’operazione mininvasiva è stata realizzata presso l’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti, unico centro in Puglia per questa eccellenza, e il paziente sta bene, fa sapere l’ospedale.

 

Con la chirurgia robotica – è spigato in una nota diffusa dal nosocomio – il medico riesce, attraverso l’uso di una consolle, a manovrare strumenti ad altissima precisione che vengono introdotti all’interno dell’addome attraverso incisioni di 1 cm, senza necessità di realizzare la classica incisione addominale. Questa tecnica permette di ridurre i tempi di ricovero, il dolore post-operatorio, il rischio di infezioni, di trasfusioni e complicanze, permettendo un rapido ritorno a tutte le attività quotidiane del paziente, aspetto fondamentale soprattutto nei pazienti anziani.

 

La chirurgia robotica del fegato è attualmente realizzata in pochissimi centri in Italia, e rappresenta una eccellenza del Miulli, centro di riferimento per il trattamento dei tumori del fegato e pancreas a livello nazionale.