Coronavirus: polemiche sulla riapertura del 3 giugno. Speranza: il rischio va gestito

Non si placano le polemiche fra i Governatori sulla ripresa dei trasferimenti tra le regioni

Alcuni, come quello della Toscana Enrico Rossi, avrebbero preferito aspettare una settimana in più. Mentre il siciliano Nello Musumeci avverte che chi arriva nell’isola “verrà tracciato”. “E’ chiaro che c’è un rischio” a riaprire tutto il 3 giugno, ma va gestito, dice il ministro della Salute Speranza.

Intanto calano le vittime (+75 nelle ultime 24 ore, 33 delle quali in Lombardia) e i malati. Per Alberto Zangrillo del San Raffaele “clinicamente il virus non esiste più”, mentre per Matteo Bassetti del San Martino di Genova “ha perso la potenza di fuoco iniziale”. “Il virus c’è ancora no a messaggi fuorvianti” ribatte il pneumologo Richeldi.

Da oggi scaricabile l’app Immuni, attiva però ancora solo nelle regioni test