Crob Rionero: la lotta contro il tumore al seno da noi non si ferma nonostante l’emergenza Coronavirus

“Non ci siamo fermati prima e non ci possiamo fermare ora perché il tumore al seno non aspetta”

Esserci e dare una risposta a tutte le donne che temono o vivono l’esperienza drammatica di un tumore al seno. E’ questo l’intento del direttore del dipartimento chirurgico e della Breast Unit Irccs Crob Giuseppe La Torre.

“In questi mesi segnati dall’emergenza Covid-19, l’attività oncologica al Crob non si è mai fermata” spiega La Torre “in particolare, l’attività senologica rappresenta una priorità assoluta per il nostro Istituto soprattutto in un momento particolare e difficile, come questo che stiamo attraversando”.

Le attività ininterrotte anche durante l’emergenza al centro di eccellenza lucano del Crob, hanno assicurato gli esami di approfondimento necessari alle donne che avevano già effettuato lo screening in precedenza. Sono state prese in carico le pazienti per consentire così il completamento dell’iter diagnostico e l’inizio tempestivo delle cure o del trattamento chirurgico.

Il direttore della Breast Unit invita dunque “tutte le donne che hanno un sospetto o una diagnosi accertata di tumore al seno a non rinunciare alle cure oncologiche per paura del contagio e a contattare il nostro ospedale al numero 0972 726703. In tempi brevi prenderemo in carico il caso”.

La presa in carico delle pazienti con diagnosi di tumore al seno garantisce alla donna di essere inserita tempestivamente in un percorso di cura appropriato, dal trattamento chirurgico a quello chemioterapico e radioterapico, con percorsi di accesso che rispettano tutte le misure di sicurezza.