Coronavirus, attivo al Di Venere il super laboratorio analisi: oltre 300 tamponi al giorno

La struttura, nata dalla riconversione del Servizio di Citologia e Screening, è operativa h24

 

Una metamorfosi essenziale per affrontare l’emergenza coronavirus. Trecento tamponi analizzati in un giorno, con la possibilità di utilizzare, in casi di urgenza, una procedura rapida che consente di esaminare otto test in 45 minuti; 18 unità impiegate per una struttura capace di operare h24.

 

Il Laboratorio Covid dell’ospedale Di Venere di Carbonara a Bari diventa un”super laboratorio“, un polo di analisi nato dalla trasformazione del Servizio di Citologia e Screening, riconvertito dalla lotta ai tumori al contrasto al virus Sars-Cov 2.

 

Questa struttura – ha affermato il dr. Edmondo Adorisio – è nata dalla riconversione parziale del Laboratorio di Cito-isto-patologia screening della ASL di Bari e opera suddividendo l’attività lavorativa in due cicli, uno tradizionale e l’altro in urgenza, in funzione 24 ore al giorno: qui non ci fermiamo mai…“.

 

Il mutamento è stato innanzitutto logistico, in quanto è stata riservata una parte degli ambienti all’attività di analisi Covid, in modo del tutto sicuro e isolato rispetto al resto del laboratorio. Una riconversione attuata applicando rigorose misure di sicurezza per il personale che, come in ogni altro reparto Covid, utilizza dispositivi di protezione individuale in grado, a seconda delle lavorazioni in corso, di ridurre al minimo i rischi di contagio. Fondamentale, inoltre, l’utilizzo di apparecchiature e strumenti idonei ad affrontare la nuova sfida. Sono state infatti acquistate delle cappe aspiranti a flusso laminare per biologia molecolare, che consentono di contenere il rischio nella manipolazione dei tamponi e dpi di contenimento classe 2-3, adatti a maneggiare in sicurezza i tamponi del coronavirus.

 

La “piccola rivoluzione” del Laboratorio Covid è stata possibile anche perché la ASL Bari ha reclutato nuovo personale, in particolare dirigenti biologi e tecnici di laboratorio, per rinforzare l’organico. Rinforzi arrivati pure da altri laboratori analisi, dal San Paolo, da Putignano e dalla Patologia Clinica del “Di Venere.