Coronavirus, Puglia: cala la curva dei contagi. Ancora 11 morti

Salgono a 565 i guariti da Covid-19 nella regione. In vista della fase 2 si pensa ai dpi. Dal Patriarca di Mosca Kirill arrivano in dono 8 tonnellate di materiale sanitario. Il presidente Emiliano: “L’amicizia si vede nel momento del bisogno”

Ancora 11 vittime del coronavirus in Puglia, secondo gli ultimi dati diffusi dalla Regione. Aumentano anche i guariti. Intanto il patriarca di Mosca Kirill ha donato alla Puglia 8 tonnellate di dispositivi di protezione. Il presidente Emiliano: “L’amicizia di vede nel momento del bisogno”.

Scende la curva dei contagi da Covid-19 in Puglia. Secondo gli ultimi dati diffusi sono 42 i nuovi casi registrati nelle ultime ore su un totale di 2062 test registrati. Dei nuovi positivi al coronavirus, 21 sono stati rilevati nella provincia di Bari, uno nella Bat, 5 nel Brindisino, 13 nella provincia di Foggia e 2 in quella di Taranto. Sale ancora il numero dei decessi: 11 gli ultimi nella regione. 7 nel barese, uno sia in provincia di Brindisi che in quella di Lecce. 2, le vittime nel foggiano. In tutto i morti per coronavirus in Puglia sono 383. Anche il numero dei guariti aumenta: sono 565 dall’inizio dell’emergenza. Attualmente i positivi al virus nella regione sono 2933.

Anche se gli ospedali si svuotano e le persone guariscono, non bisogna abbassare la guardia per la cosiddetta fase2. Mai come ora sono indispensabili i dispositivi di protezione individuale che consentano, entro i limiti previsti, di tornare a una graduale normalità. Aiuti consistenti in quest’ottica sono arrivati dalla Russia. Il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie, Kirill, ha donato alla regione Puglia ben 8 tonnellate di materiale sanitario. “L’amicizia – ha detto il presidente Emiliano – si vede nel momento del bisogno