Potenza, AOR San Carlo amplia le “priorità di accesso ai tamponi Covid-19”

La direzione medica dell’Azienda Ospedaliera Regionale “San Carlo”  vista la possibilità di processare più tamponi nel corso della giornata presso il laboratorio di Microbiologia e data l’opportunità per le altre strutture sanitarie della Regione di eseguire test per la presenza di più laboratori sul territorio – oltre alle Unità Operative di Area Rossa (Pronto Soccorso, Malattie Infettive, Pneumologia) – ha da qualche giorno inserito tra le priorità di accesso all’esecuzione dei test COVID -19 le richieste di tamponi per le pazienti  “ostetriche-ginecologiche e donne in stato di gravidanza” per le quali, a garanzia di una completa sicurezza, l’esecuzione del tampone viene effettuato da personale dell’UOC di Ostetricia e Ginecologia (Ostetrica, Infermiera e Medico Covid) all’interno della stanza di osservazione con personale che utilizza la vestizione ad alto rischio.

Medesime priorità riguardano i pazienti in dimissione che andranno verso strutture sanitarie esterne (RSA, Case di Riposo, assistenza per anziani etc. ) e quelli ricoverati che, per sintomi clinici/o epidemiologici, in fase di accettazione nell’Unità Operativa o prima di interventi Chirurgici, depongano per sospetto COVID.

La richiesta – specifica l’AOR – viene formulata su apposito Modulo, compilato in tutte le sue parti e trasmesso, unitamente al tampone orofaringeo e nasofaringeo, al laboratorio di Microbiologia dalle ore 8.00 alle ore 20.00 mentre il direttore dell”UOC di Laboratorio Analisi- settore Microbiologia- entro 12 ore ne comunica il referto.