Covid-19 e violenza di genere, Pipponzi: “Teniamo alta la guardia”

Emergenza Covid-19 e violenza di genere. Lettera alle istituzioni da parte della Consigliera regionale di parità lucana, Ivana Pipponzi: “la convivenza tra vittime e aguzzini diminuisce le denunce, non abbassiamo la guardia”.

Fare rete per contribuire a diffondere, attraverso i propri siti internet, la conoscenza del numero e dell’app per smartphone 1522, gratuito e attivo 24 ore su 24. Una risposta ai potenziali episodi di violenza di genere nella fase emergenziale legata al Covid-19. E’ l’invito formulato in una lettera con apposite linee guida, inviati ai diversi rappresentanti istituzionali lucani, da parte della Consigliera regionale di parità, Ivana Pipponzi. La convivenza forzata in casa delle donne con i propri aguzzini implica un calo nazionale delle denunce o semplice richiesta di informazioni. “A disposizione – ricorda la Pipponzi – ci sono sempre forze di polizia e centri antiviolenza”.