Komen Italia: lotta al covid ma avanti anche contro i tumori al seno

Non si fermi la macchina della solidarietà per contrastare minacce, passate momentaneamente in secondo piano per l’emergenza coronavirus, come il cancro al seno.

 

L’appello giunge dal presidente di Susan Komen Italia, Riccardo Masetti. Rivolto a volontari amici e sostenitori l’invito a rimanere a casa, Masetti riporta l’attenzione sulla difficile battaglia che tante donne combattono ogni giorno. “I tumori del seno nel nostro paese continuano a colpire duro: oltre 4.300 nuove diagnosi e più di 1.000 donne che perdono la loro vita ogni mese”, sottolinea Masetti, “Se da un lato dobbiamo quindi fare uno sforzo massimo per sconfiggere il Coronavirus, dall’altro non possiamo distrarci dai tumori del seno, che non fermano la loro aggressione  nemmeno durante la pandemia”.

 

Komen dunque continua a lavorare da casa “con massimo impegno per assicurare che tutte le Race for the Cure possano comunque essere svolte nel 2020”. Ad oggi, le date delle Race di Bologna, Brescia, Matera, Pescara e Napoli, in programma dopo l’estate, restano quelle già annunciate.

 

Per le Race di Roma e di Bari, si aspetta di capire meglio l’andamento della pandemia per decidere se le date potranno essere confermate per maggio o se si renderà necessario spostarle più in avanti. In ogni modo, sottolinea masetti, “anche queste due Race si svolgeranno comunque nel corso del 2020 e che le iscrizioni resteranno valide anche in caso di spostamento di data”. E’ quindi possibile continuare a iscriversi  sul sito www.raceforthecure.it ricevendo la maglia della Race per le foto da postare sui social con il tag komeitalia. Una maniera per esprimere vicinanza e solidarietà alle tante donne che affrontano il tumore del seno in questo momento particolarmente difficile.