Il consigliere Napoli (FI) propone di utilizzare proventi royalties per abbattere liste di attesa in sanità

Michele Napoli - Consigliere Regionale Forza Italia

Michele Napoli – Consigliere Regionale Forza Italia

POTENZA – Utilizzare i proventi del petrolio ”non per ripianare i debiti della sanità pubblica” ma per ”abbattere” le liste di attesa, realizzando quindi un ”circolo virtuoso” con l’azzeramento dei tempi e quindi la difesa della salute dei lucani, e la diminuzione conseguente dell’emigrazione sanitaria.

E’ quanto previsto nella mozione ”La sanità lucana by night” illustrata stamani a Potenza da Michele Napoli (Fi) presentata nella riunione del Consiglio regionale. Il consigliere ha spiegato che nel bilancio 2012 sono stati utilizzati 25 milioni di euro (da royalties) ”per ripianare i debiti delle strutture sanitarie lucane”.

Nel testo si propone di tenere aperti ambulatori pubblici e privati accreditati, fino alle ore 20.00 e nei fine settimana, come fatto in altre Regioni, tra cui la Puglia. ”Ci sono interventi – ha detto Napoli – che non possono avere certi tempi di attesa perché si gioca sulla pelle dei cittadini e la politica non può voltarsi dall’altra parte. Ci sono alcuni interventi di classe ‘massima priorità’ come quelli di bypass coronarico, che in Basilicata ha una media di 50 giorni contro 17 di quella nazionale, o di 55 contro 13,9 per angioplastica”. Il fenomeno delle lunghe attese ”quindi – ha concluso – si può contrastare con l’uso delle royalties, non per ripianare il deficit e dare l’idea di un sistema virtuoso solo all’apparenza, ma tenendo aperti gli ambulatori dando veramente un servizio come accade in altre regioni”.