Studio Avis Docet. Presentata a Potenza iniziativa di ricerca di Avis e Fondazione AvisPer

Schermata 2013-07-04 alle 13.08.34POTENZA – Uno studio osservazionale per la valutazione del rischio cardiovascolare nei soggetti donatori di sangue abituali rispetto a quelli occasionali.

E’ questo in sintesi lo studio Avis Docet promosso dall’Avis di Basilicata e dalla Fondazione Avisper e presentato ieri nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il presidente dell’Avis regionale, Nicola Todisco, la vicepresidente della Fondazione, Nicoletta Boccarelli e lo stesso curatore della ricerca, il prof. Filippo Drago, docente di farmacologia clinica dell’Università di Catania.

Drago ha illustrato tutti gli aspetti dello studio che a partire dai prossimi mesi si svilupperà nel corso di 4 anni, durante i quali saranno monitorati i parametri dei donatori per dimostrare che la donazione periodica riduce il rischio di incorrere in malattie cardiovascolari.

I parametri di confronto per dimostrare questa tesi, già avanzata da precedenti studi scientifici, saranno i valori dei donatori sporadici. Lo studio, che vedrà tra gli altri la collaborazione dell’Istituto Superiore di Sanità, coinvolgerà tra gli 8.000 e i 10.000 donatori lucani, sia maschi che donne, di età compresa fra i 35 e i 65 anni e si svolgerà nelle strutture Avis della Regione.

I dati verranno raccolti in un database ed analizzati periodicamente. Dalla conferenza stampa di ieri è emerso inoltre il grande lavoro dell’Avis regionale che si presenta come una struttura solida capace di portare avanti progetti di medio termine come lo studio Avis Docet.