Festa della Bruna 2022: tradizione rispettata a Matera con l’atteso “strazzo” del Carro trionfale

Tradizione rispettata a Matera. Il tradizionale “strazzo” del Carro trionfale in Piazza Vittorio Veneto ha restituito ai materani una Festa della Bruna nella sua formula piena. Edizione particolarmente sentita e attesa, la numero 633, dopo due anni di pandemia. Perpetuati riti antichi che testimoniano una devozione che risale addirittura alla fine del 1300, ben radicata verso la protettrice di Matera ed il culto mariano.
Al mattino la Santa Messa e la Processione dei Pastori con migliaia di fedeli, tanti giovani cui mons. Caiazzo ha rivolto un messaggio straordinario, ricordando l’esempio di Maria.

Poi un un riferimento al XXVII Congresso Eucaristico Nazionale che, sotto lo sguardo di Maria SS. della Bruna, si celebrerà a settembre nella nostra città accogliendo migliaia di persone da tutta Italia con i loro vescovi e a conclusione con la presenza di Papa Francesco. Il Congresso, di fatto, ha rappresentano uno degli elementi focali di questa straordinaria edizione della Festa della Bruna che ha saputo puntare all’inclusività. Emozionante la messa delle 11.00 in Cattedrale, poi a Piccianello con la partenza del Carro Trionfale firmato da Uccio Santochirico che, nel suo percorso tradizionale scortato dai Cavalieri verso Piazza Duomo, ha ricevuto l’abbraccio corale della comunità presente sulle principali strade cittadine.

momenti di grande intensità spirituale quelli vissuti a Matera raccontati con una diretta no stop su TRM Network dalle 3.55 del mattino, per offrire ai telespettatori una narrazione ininterrotta, emozioni, commenti e testimonianze raccolte dalle troupe dislocate nei luoghi cruciali della festa, oltre che   nei salottini allestiti nell’atrio del Conservatorio “E. Duni” di Matera e nella sede della Fondazione Matera – Basilicata 2019, Contenuti che saranno al centro della programmazione televisiva anche nei prossimi giorni.