Beni culturali: la storia di Matera raccontata nei Sassi

 La Matera inedita, fatta di episodi e personaggi noti e meno noti che hanno caratterizzato la storia della ”Città dei Sassi”, sarà descritta da agosto ad ottobre da ”narratori” che si avvicenderanno in incontri a tema negli ambienti suggestivi del sito culturale e turistico della
raccolta delle acque in via Purgatorio vecchio, nel Sasso Caveoso. L’ iniziativa, intitolata ”Storia e storie della nostra memoria collettiva”, è stata promossa e presentata da Giuseppe Cotugno, per la Pro Loco di Matera ”Tra Storia E Cultura E Tradizioni”, e da Liana Petralla per l’associazione culturale “Legoratio”.

“Con due incontri a settimana, della durata di 15 minuti ciascuno cittadini -hanno detto gli organizzatori – studiosi e
cultori della storia di Matera, uniti dal desiderio di raccontare i saperi della cultura della città, coinvolgeranno il pubblico in narrazioni emozionali ed interattive supportate da proiezione di immagini, di alcune vicende storico-sociali della
Matera che fu, e di materani che hanno dato lustro alla città, per risvegliare sopite memorie e suggestioni che non devono e
non possono essere cancellate”. Il primo incontro è fissato il 2 agosto con il giornalista Pasquale Doria, che parlerà di Antonio Raffaele Giannuzzi, approdato oltre 150 anni fa nell’antica Persia, e che diventò il primo fotografo e documentarista dell’epoca. Altri incontri
riguarderanno la transumanza, le tradizioni, le vicende storiche e sociali del recupero dei rioni Sassi, diventati negli anni – e
con il parco delle chiese rupestri – patrimonio dell’Umanità.
(ANSA).