Vaccini anti Covid, Coldiretti: green pass Puglia salva economia e lavoro

La possibilità di scaricare il certificato verde in Puglia, consentendo ai cittadini pugliesi di spostarsi su tutto il territorio nazionale senza le restrizioni imposte alle zone arancioni e rosse, può salvare economia e lavoro”. Lo dichiara in una nota Coldiretti Puglia, secondo la quale “la battaglia contro il virus è la priorità numero uno per uscire da una crisi sanitaria, sociale ed economica che deve vedere le forze sociali al fianco delle istituzioni”. “Senza turismo – spiega Coldiretti Puglia – sono a rischio anche i 311 tesori alimentari tradizionali dei borghi di Puglia custoditi da generazioni dagli agricoltori e salvati per sostenere la rinascita del Paese”. Tra le attività economiche ad essere più colpite sono gli alberghi e i ristoranti con un calo del 42%. Nell’attività di ristorazione sono coinvolti circa 22 mila tra bar, ristoranti e 900 agriturismi in Puglia, ma le difficoltà si trasferiscono a cascata sulle oltre 100 mila aziende agricole e stalle, più di 5 mila imprese di lavorazione alimentare e una capillare rete di distribuzione lungo la filiera impegnate a garantire le forniture alimentari. “Sui settori maggiormente colpiti – dice Coldiretti – pesano le difficoltà del turismo, che diventa importante far ripartire al

più presto per evitare il rischio di una estate senza stranieri in vacanza in Puglia che costerebbe quasi 2 miliardi per le mancate spese nell’alloggio, nell’alimentazione, nei trasporti, divertimenti, shopping e souvenir. Con l’arrivo del pass vaccinale per i turisti, occorre procedere alla riapertura dei servizi di ristorazione anche al chiuso, rivedendo il coprifuoco alle 22″.