Vaccini: oltre duemila volontari per Reithera in Puglia

Sono oltre duemila le candidature per partecipare alla sperimentazione del vaccino Reithera in Puglia ricevute fino ad oggi dalla Asl BAT, l’Azienda Sanitaria Locale della provincia di Barletta-Andria-Trani, centro individuato nella regione per la sperimentazione del siero. “Una bella manifestazione di fiducia nei confronti della scienza per la quale ringraziamo tutti i volontari”, dicono dall’Asl. Il termine per presentare le domande di partecipazione era fissato al 2 aprile, ma “al momento le liste di partecipazione alla sperimentazione che possono essere gestite dalla Asl BAT sono esaurite e pertanto si invitano i cittadini a non inviare ulteriori candidature”. Intanto anche in Puglia, come in Veneto, non occorrerà prenotarsi per sottoporsi alla vaccinazione anti Covid. Per quanto riguarda soggetti fragili e over80 disabili saranno i medici di famiglia a contattare gli assistiti per fissare l’appuntamento, a domicilio o in un ambulatorio. Per quanto riguarda, invece, il resto della popolazione tra 79 e 60 anni, la data e sede della vaccinazione sarà fissata direttamente dalla Regione seguendo l’ordine stabilito dalle date di nascita: si partirà dal più anziano sino al più giovane. Giorno, ora e sede dell’inoculazione sarà visibile sul sito “La Puglia ti vaccina” che sarà attivato entro lunedì prossimo. Il cittadino dovrà solamente confermare la sua disponibilità e, nel caso, potrà chiedere un cambio di data o sede. Verranno assegnate le sedi più vicine al luogo di residenza. La Regione ha attivato una sezione dedicata alla campagna vaccinale sul proprio portale istituzionale dove sarà possibile raccogliere qualsiasi informazione.