Maturità: al via dal 16 giugno, possibile ottenere la lode

 

 

Si parte il 16 giugno. Questa la data prevista dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, che ha firmato l’ordinanza sulla data di inizio della Maturita’ 2021 e degli esami di terza media. Prevista una prova orale in presenza, che partirà dalla discussione di un elaborato, il cui argomento sarà assegnato a ciascuna studentessa e a ciascuno studente dai Consigli di classe entro il prossimo 30 aprile. L’elaborato sarà poi trasmesso dal candidato entro il successivo 31 maggio. Il numero di candidati che sosterranno il colloquio non potra’ essere superiore a 5 per giornata; l’ordine di convocazione dei candidati sarà stabilito secondo la lettera alfabetica in base al sorteggio dalle singole commissioni.

L’ammissione dei candidati sarà disposta, in sede di scrutinio finale, dal Consiglio di classe. La partecipazione alle prove nazionali Invalsi non saranno requisito di accesso. Le istituzioni scolastiche stabiliranno poi eventuali deroghe al requisito della frequenza, previsto per i tre quarti dell’orario individuale.

La Commissione sarà interna, con il Presidente esterno. L’Ordinanza sul secondo ciclo prevede anche delle regole per i candidati esterni, che svolgeranno la prova preliminare nel mese di maggio, e comunque non oltre il termine delle lezioni, per poter accedere all’Esame di giugno.

Le discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi sono state pubblicate insieme alle ordinanze.

Ci saranno, ad esempio, Lingua e cultura latina e Lingua e cultura greca per il Liceo classico, Matematica e Fisica per il Liceo scientifico, Lingua e cultura straniera 1 e Lingua e cultura straniera 3 per il liceo linguistico. Tutte le discipline sono pubblicate sul sito del Ministero.

Il credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 60 punti, di cui fino a 18 per la classe terza, fino a 20 per la classe quarta e fino a 22 per la classe quinta. Con l’orale verranno assegnati fino a 40 punti. La valutazione finale sarà espressa in centesimi e sarà possibile ottenere la lode. 

[Michele Mitarotondo]